Master in Diritto dell'Informatica (A.A. 2016-2017)

- Ultimi posti disponibili. La scadenza è prorogata al 27 febbraio 2017
- La prima rata potrà essere versata entro il 23 Marzo 2017
- La scadenza del versamento della prima rata è stata prorogata al 31 marzo 2017; mentre il versamento della seconda rata è confermato all' 8 maggio 2017

 

Obiettivi formativi:

  • L’obiettivo del Master è quello di realizzare un percorso altamente e specificamente formativo finalizzato, a sviluppare una concreta professionalità, sotto il profilo teorico, metodologico ed applicativo, in materia di diritto dell’informatica, rispetto al contesto nazionale ed internazionale.Il programma prevede un inquadramento degli obiettivi perseguiti dall’utilizzo di sistemi informativi con particolare riferimento all’ambito dell’amministrazione della giustizia. Inoltre, è offerto un quadro normativo di riferimento a fini di sintesi e riepilogo, con specifica attenzione sia alle fasi dell’attività legislativa che agli aspetti giurisdizionali.
 
Finalità del Master:
 
  • Formare figure professionali esperte delle dinamiche ICT nel diritto, nella valutazione e nella gestione delle problematiche legali, allo scopo di acquisire piena padronanza della normativa, delle nuove tecnologie e delle competenze digitali nell’ambito dei rapporti tra diritto e nuove tecnologie;
  • Creare figure professionali di formazione giuridica in grado di favorire e divenire agenti del cambiamento dell’innovazione organizzativa, giuridica e tecnologica;
  • Formare figure professionali, sotto il profilo teorico-metodologico ed applicativo, in materia di diritto dell’informatica. Gli ambiti interessati sono: diritto dell’informatica e informatica giuridica, diritto delle telecomunicazioni e del commercio elettronico; proprietà intellettuale; diritto dell’Internet; teoria e tecnica della normazione (a livelli istituzionali) ed applicazioni informatiche e telematica (legimatica, reti neurali, etc.); tematiche di frontiera dell’e-government e processi in atto di digitalizzazione delle pubbliche amministrazioni; big data, open data e IoT (c.d. Internet delle cose) e diritto dell’innovazione;
  • Offrire ai laureati la possibilità di completare e perfezionare le proprie conoscenze nelle materie attinenti le nuove tecnologie ICT, collegate alla P.A., e ai rapporti economico-giuridici in generale, per disporre di una preparazione adeguata ad affrontare il mercato del lavoro, i concorsi pubblici, la carriera amministrativa, quella diplomatica e le nuove professioni;
  • Fornire a dirigenti e funzionari delle pubbliche amministrazioni, centrali e periferiche, l’opportunità di svolgere attività di aggiornamento e di riqualificazione professionale, nelle specifiche tematiche dell’innovazione nella P.A. (semplificazione, digitalizzazione, normazione, etc.);
  • Aggiornare i professionisti di vari ambiti (avvocati, dottori commercialisti, notai) e consulenti sulle innovazioni tecnologiche e normative del settore specialistico, per conseguire un ‘adeguata competenza digitale di base, di e-leadership e specialistiche, essenziali per le nuove professioni, anche nelle piccole imprese (cfr. strategia AgId);
  • Sviluppare concrete professionalità nel campo del  diritto dell’informatica, dell’innovazione, delle telecomunicazioni e del commercio elettronico, dell’e-government e della cyber security, con particolare riferimento al ruolo del trattamento dei dati personali (Privacy Officer). 
 
Borse di studio:
  • La Presidenza del Consiglio dei Ministri - Scuola Nazionale dell’Amministrazione mette a concorso n.2 borse di studio, a copertura integrale della quota di iscrizione al master di II livello; per poter essere ammesso/a al concorso, il candidato/la candidata deve appartenere alla categoria dei dirigenti e funzionari di ruolo in servizio presso le seguenti amministrazioni pubbliche (rif. Elenco ISTAT pubblicato in G.U. n. 227/2015):

    - Amministrazioni centrali:
    - Organi costituzionali e di rilievo costituzionale;
    - Presidenza del Consiglio dei Ministri e Ministeri; Agenzie fiscali;
    - Autorità amministrative indipendenti;
    - Enti nazionali di previdenza e assistenza:
    - Istituto nazionale infortuni sul lavoro – INAIL;
    - Istituto nazionale previdenza sociale – INPS.

    Qualora si disponga dei requisiti sopra indicati è possibile fare richiesta allegando alla domanda già presentata o da presentare, entro i termini della scadenza, il modulo di richiesta, presente nella sezione download, debitamente compilato.

Ultimi posti disponibili. La scadenza è prorogata al 27 febbraio 2017
 
Contatti:
 
Direttore
Prof. Luisa Avitabile
 
Telefoni
T +39 06 49910476
F +39 06 49910962
E-mail